Libro bianco, l’incontro con Occhiuto

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Associazione di formazione politica “Giuseppe Dossetti” ha presentato al Sindaco di Cosenza, architetto Mario Occhiuto, il Libro bianco su Cosenza Vecchia. Per un centro storico non più periferia. Il primo cittadino ha ricevuto a Palazzo dei Bruzi una delegazione formata da Paolo Palma (presidente della Dossetti), Massimo Veltri, Angelo Domma e Antonio De Rose. Presente all’incontro l’editore Michele Falco.
Pubblicata lo scorso mese di febbraio, con il patrocinio della Fondazione Carical, l’opera è frutto di un’intesa tra l’associazione G. Dossetti e il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Unical.
Il presidente Palma ha introdotto il Sindaco nelle attività della Dossetti sul territorio. Dalle giornate di riflessione sulla povertà e il disagio sociale nell’area urbana cosentina all’indagine, contenuta nel Libro Bianco, sulle condizioni che definiscono il declino del centro storico di Cosenza negli ultimi trent’anni.
Il confronto con il Sindaco ha abbracciato diversi temi dell’agenda urbana, spaziando dagli interventi di messa in sicurezza degli edifici storici alle infrastrutture ancora da realizzare per rendere Cosenza Vecchia meta di turisti e accessibile agli stessi cittadini, inserita in un piano di sviluppo delle reti di trasporto pubblico che interessa tutta l’area urbana cosentina. Occhiuto, premesso che i problemi del centro storico sono di difficile soluzione con le risorse attualmente nella disponibilità del Comune, rivendica l’adeguamento di spazi e immobili dell’ente e precisa l’ambito della sua autorità: la difesa del patrimonio storico-architettonico di Cosenza non vive solo di incentivi pubblici, esige consapevolezza e senso di responsabilità dei privati.
Il Sindaco riconosce l’importanza di un movimento d’opinione a sostegno della rinascita del centro storico. “Prima che tutto crolli”, evento multiculturale all’Arenella, ha innescato un dibattito che, da un anno a questa parte, si arricchisce di contributi improntati a diverse sensibilità.
La Dossetti, in spirito di leale collaborazione tra società civile e governo della città, non farà mancare proposte ed eventuali critiche costruttive all’operato della nuova giunta. L’impegno dell’Associazione, dopo il proficuo incontro con Occhiuto, continua in pool con altre realtà cittadine. Un gruppo di lavoro composto da Mimmo Gimigliano e Venanzio Spada (Cos.S.A.), Vincenso Divoto, Paolo Palma e Massimo Veltri (Associazione G. Dossetti), Mimmo Talarico (Calabriattiva), Mario Bozzo (Rinascimento Meridionale), Pino Iacino (Pensiero Laico) ha elaborato una proposta di legge regionale di iniziativa popolare che intende fornire agli amministratori locali gli strumenti per organizzare le città del futuro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libro Bianco, Stato e società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Libro bianco, l’incontro con Occhiuto

  1. Pingback: Libro bianco, l’incontro con Occhiuto | FERMOPOSTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...